“Amare il caffè vuol dire star bene
insieme agli altri, sorridere, gioire,
confrontarsi , discutere”.
 
“Amare il caffè significa ricordare,
apprezzare il passato, vivere il presente,
credere nel futuro”.
 

Mia nonna era famosa nell’ isolato per il suo caffè: il vicinato escogitava i pretesti più  assurdi per ottenere l’ invito a prenderne  una tazzina. Mia nonna ne curava personalmente l’acquisto presso un “droghiere” di fiducia, lo macinava con cura per poi dosarlo senza parsimonia nella caffettiera. Raggiunta l’eta, divenni anch’io fruitore di cotanto nettare; misteriosamente però la mia tazzina, preparata da mia nonna  furtivamente in cucina, profumava in maniera particolare, piu’ delle altre, e il gusto del liquido era piu’ intenso, piu’ cremoso, insomma era decisamente migliore di tutte le altre. Dopo aver usufruito per diversi anni del privilegio, tacendo meschinamente, qualcuno si accorse del fatto: quel qualcuno adesso è mia moglie. Col candore beffardo degli anziani, mia nonna ammise che la mia tazzina conteneva il primo caffe’ uscito dalla Moka e cioe’ il migliore, il più profumato ed intenso: agli altri veniva servito il rimanente.

Mia nonna amava il caffe’.

Mia nonna ha vissuto fino a 100 anni e 6 mesi.

Mia nonna si chiamava Ilia.

Shop online

Collabora con noi
ordina
azienda prodotti servizi dove siamo contatti
versione italiana english version
facebookmail macrolab